Access

You are not currently logged in.

Access your personal account or get JSTOR access through your library or other institution:

login

Log in to your personal account or through your institution.

If You Use a Screen Reader

This content is available through Read Online (Free) program, which relies on page scans. Since scans are not currently available to screen readers, please contact JSTOR User Support for access. We'll provide a PDF copy for your screen reader.

L'arrêt de la Cour de Cassation

ANDRÉ BRETON
Il Foro Italiano
Vol. 100, PARTE QUINTA: MONOGRAFIE E VARIETÀ (1977), pp. 41/42-55/56
Stable URL: http://www.jstor.org/stable/23169500
Page Count: 8
  • Read Online (Free)
  • Subscribe ($19.50)
  • Cite this Item
Since scans are not currently available to screen readers, please contact JSTOR User Support for access. We'll provide a PDF copy for your screen reader.
L'arrêt de la Cour de Cassation
Preview not available

Abstract

§ 1 - Premesse. § 2 - Le « decisiones » della Rota romana: a) Il procedimento per « decisiones ». - b) Le « decisiones » come « actus extraiudiciales » e in funzione di « motivi » - c) Breve nota comparativa con il procedimento di « common law ». § 3 - Le « decisiones » o « motiva » della Rota fiorentina e di altri tribunali toscani: a) Sviluppo storico. - b) La separazione della sentenza dai motivi: « Motivum est pars sententiae »; comparazione con le « decisioni » della Rota romana. - c) Il voto di scissura. § 4 - I senati del Piemonte (di Piemonte, Savoia, Nizza e Casale Monferrato): a) Sviluppo storico dei motivi: l'obbligo di motivare. - b) La separazione della sentenza dai motivi. - c) Il divieto di citare i « dottori »: RR. Costituzioni del 1729. § 5 - I Dispacci Napoletani del 1774. § 6 - Le funzioni dei motivi: l'interesse dei litiganti e il precedente giudiziale. La motivazione « in fatto » e la « narratio » del caso. § 7 - Lo stile dei « motivi » o « decisioni »: sue origini e suoi fattori. Lo stile particolare dei giudici toscani nel secolo XVIII. § 8 - I « motifs » francesi. a) La legge del 24 agosto 1790: « texte de loi » e « motifs ». - b) La prassi dei tribunali, 1790-1791, e i « comptes ». - c) Simultanea uniformità nella prassi dei « motifs » in tutta la Francia. - d) La frase unica, con i « considérant », non spiega i « motifs » e la loro concisione. - e) Il « Tribunal de Cassation »: i « motifs » e la loro concisione. - f) Sviluppo dei « Motifs » nei secoli XIX e XX. - g) La motivazione « in fatto ». - h) Sentenza e « motifs » atto unico. - i) Due tipi, funzioni e stili dei « motivi »: quello italiano e quello francese. - l) Cenni di comparazione con le « opinions » dei giudici di common law. § 9 - l'influenza francese in Italia. I « motifs ». - Unità della sentenza e dei motivi. § 10 - Epilogo: dal secolo XIX al secolo XX. L'art. 111 della nostra Costituzione.

Page Thumbnails

  • Thumbnail: Page 
41/42
    41/42
  • Thumbnail: Page 
43/44
    43/44
  • Thumbnail: Page 
45/46
    45/46
  • Thumbnail: Page 
47/48
    47/48
  • Thumbnail: Page 
49/50
    49/50
  • Thumbnail: Page 
51/52
    51/52
  • Thumbnail: Page 
53/54
    53/54
  • Thumbnail: Page 
55/56
    55/56