Access

You are not currently logged in.

Access your personal account or get JSTOR access through your library or other institution:

login

Log in to your personal account or through your institution.

If You Use a Screen Reader

This content is available through Read Online (Free) program, which relies on page scans. Since scans are not currently available to screen readers, please contact JSTOR User Support for access. We'll provide a PDF copy for your screen reader.

THE ANIMAL POWERED IRRIGATION WELL OF OMAN (ZAJARA)

PAOLO M. COSTA
Quaderni di Studi Arabi
Vol. 9 (1991), pp. 245-252
Stable URL: http://www.jstor.org/stable/25802693
Page Count: 21
  • Read Online (Free)
  • Subscribe ($19.50)
  • Cite this Item
Since scans are not currently available to screen readers, please contact JSTOR User Support for access. We'll provide a PDF copy for your screen reader.
THE ANIMAL POWERED IRRIGATION WELL OF OMAN (ZAJARA)
Preview not available

Abstract

In Oman l'economia tradizionale, prevalentemente agricola, richiede un'irrigazione abbondante e continua che si basa quasi esclusivamente sullo sfruttamento delle falde sotterranee per mezzo della captazione canalizzata (falaj) e del pozzo da irrigazione (ṭawī). Per uno studio approfondito dell'origine e dello sviluppo dell'insediamento-oasi, che nell'Arabia sud-orientale sembra risalire almeno alla prima metà del 3 millennio a.C., è fondamentale la conoscenza dettagliata dei caratteri costruttivi del pozzo da irrigazione sia singolo che multiplo con l'impiego di animali, e delle operazioni connesse con il suo funzionamento. Un pozzo tradizionale ancora in uso nel 1982 in una località della Batinah è preso in esame nelle sue parti e nelle fasi e dettagli del funzionamento di cui vengono riportati i termini locali. L'articolo si conclude con una esposizione delle testimonianze archeologiche che riguardano il pozzo da irrigazione in Oman e con la descrizione di un grande pozzo della fine del secolo XVII: destinato ad essere fonte primaria di irrigazione di una azienda agricola, esso consentiva il lavoro contemporaneo di almeno otto animali da lavoro e deve essere considerato il più grande pozzo multiplo dell'Oman.

Page Thumbnails

  • Thumbnail: Page 
[245]
    [245]
  • Thumbnail: Page 
246
    246
  • Thumbnail: Page 
247
    247
  • Thumbnail: Page 
248
    248
  • Thumbnail: Page 
249
    249
  • Thumbnail: Page 
250
    250
  • Thumbnail: Page 
251
    251
  • Thumbnail: Page 
252
    252
  • Thumbnail: Page 
[unnumbered]
    [unnumbered]
  • Thumbnail: Page 
[unnumbered]
    [unnumbered]
  • Thumbnail: Page 
[unnumbered]
    [unnumbered]
  • Thumbnail: Page 
[unnumbered]
    [unnumbered]
  • Thumbnail: Page 
[unnumbered]
    [unnumbered]
  • Thumbnail: Page 
[unnumbered]
    [unnumbered]
  • Thumbnail: Page 
[unnumbered]
    [unnumbered]
  • Thumbnail: Page 
[unnumbered]
    [unnumbered]
  • Thumbnail: Page 
[unnumbered]
    [unnumbered]
  • Thumbnail: Page 
[unnumbered]
    [unnumbered]
  • Thumbnail: Page 
[unnumbered]
    [unnumbered]
  • Thumbnail: Page 
[unnumbered]
    [unnumbered]
  • Thumbnail: Page 
[unnumbered]
    [unnumbered]